Carrello vuoto

RAFFAELE GIRARDI insegna Letteratura italiana all’Università di Bari. In parallelo con indagini sulle retoriche del dialogo (La società del dialogo, Bari, 1989), sulle strutture del racconto inserito (Auctor in fabula, Roma, 2007), sui codici lirico-mimetici (Modelli e maniere, Bari, 1999; Finzioni marine, Roma, 2009), sull’Islam nella tradizione novellisti­ca italiana (Raccontare l’Altro, Napoli, 2012) con l’edizione di testi e la direzione di vari progetti come l’Incipitario della Lirica meridionale (Firenze, 1996), ha svolto indagini sul ’700 e ’800 (su Gimma, Giannone e Belli) e sulla letteratura del ’900, con saggi su Panzini, Jahier, Savinio, Butti, D’Annun­zio, Marinetti, Palazzeschi, Campana e Merini. Sua la cura delle Giornate di Studio (Bari, 2012) sui rapporti fra letteratura e disagio mentale (L’angelo malato. Poesia e salute mentale nel Novecento italiano, Bari, 2014). Per Mucchi ha curato Mente, male di vivere, modernità. Per il centenario dei Canti Orfici di Dino Campana.

Eventi

Serata "Silvio D'Arzo" - Libreria Diari di bordo, Parma

Luci sulla Contea

Giovedì 10 maggio ore 18.00 - Libreria Diari di bordo, Parma

Modi e nodi del tradurre Un omaggio a Emilio Mattioli - Università di Modena

Il problema del tradurre

Mercoledì 9 maggio ore 09.15-18.00 - Aula Convegni Complesso San Geminiano, Modena