Carrello vuoto

Fondamenti del Diritto Europeo

C A T A L O G O / UNIVERSITÀ / Fondamenti del Diritto Europeo
Fondamenti del Diritto Europeo
Sottotitolo
Lezioni
Autore
AA.VV.
Uscita
2008
Numero Pagine
172
ISBN
978-88-7000-499-1
Formato cm
15 x 21
Prezzo base, tasse incluse18,00 €
Prezzo di vendita15,30 €

Il volume raccoglie alcune lezioni tenute da illustri studiosi nell'ambito del Seminario di Fondamenti del diritto europeo, promosso dalla professoressa Maria Pia Baccari presso la Facoltà di Giurisprudenza della Lumsa. Il Seminario si propone come iniziativa diretta ad individuare ed approfondire quei fondamenti del diritto della casa comune europea che si viene costruendo, chiamati a dare unità e senso al sistema e radicati in primo luogo nella grande esperienza romanistica. In effetti pur nella sua interdisciplinarietà, il Seminario tende a focalizzare nell'ambito delle diverse branche del diritto gli elementi di derivazione romanistica, a cominciare dalle categorie logiche e concettuali. L'importanza di orientare le giovani generazioni che si accostano agli studi giuridici ai Fondamenti del diritto europeo, sia in ordine alla loro formazione culturale sia in ordine alla loro formazione professionale, risulta del resto chiaramente avvertita dal legislatore, che nel delineare l'ordinamento delle Scuole di specializzazione per le professioni legali ne ha previsto esplicitamente l'insegnamento. Ma la "rinascenza" del diritto romano non si ferma qui. Come ben noto, in tempi di globalizzazione, di crisi del monopolio statale nella produzione del diritto, di nascita - o rinascita - di nuove esperienze giuridiche non più legate alla nazione o al territorio (si pensi all lex mercatoria), i principi giuridici che la saggezza romana ha distillato tornano ad essere valide guida per il nuovo che avanza. Di qui un'ulteriore utilità di raccogliere alcuni contributi in questo volume che apre una collana: I Quaderni dell'Archivio Giuridico. Una collana istituita nella ricorrenza del 140° di fondazione della rivista modenese, la più antica rivista giuridica italiana, "il salotto buono" della nostra cultura giuridica, come si esprimeva un grande giurista che ne fu a lungo direttore: Arturo Carlo Jemolo. Anche per questo il primo volume della collana è di contenuti prettamente romanistici, giacchè l'Archivio Giuridico è nato con l'attenzione rivolta alla grande esperienza giuridica romana ed ha sempre riservato una particolare attenzione agli studi nel campo. Ed anche per questo nel volume che si presenta viene riproposto un testo di Pierangelo Catalano su Pietro Ellero, studioso di diritto romano e fondatore della rivista, che in questa vedeva uno strumento per realizzare, dopo l'unità politica nazionale, una vera unità di cittadinanza e ordinamento. Obiettivi che, in forme nuove, si ripresentano nel contesto europeo.

Nessun indice presente.

Nessuna recensione presente.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Nessun extra.