Carrello vuoto

I vasi infranti

C A T A L O G O / Lingue&Letterature / I vasi infranti
I vasi infranti
Autore
Harold Bloom
Uscita
1992
Numero Pagine
154
ISBN
978-88-7000-200-3
Formato cm
13 x 21
Prezzo base, tasse incluse8,00 €
Prezzo di vendita6,80 €

Harold Bloom è una delle figure più controverse sulla scena letteraria e culturale del momento. Da L'angoscia dell' influenza (1973) fino ai più recenti Il libro di J (1990) e The American Religion (1992), ogni sua opera ha suscitato reazioni contrastanti, adesioni incondizionate o critiche partigiane. Nonostante l'influenza da lui esercitata nel campo degli studi critici e nonostante il suo nome sia stato associato alla cosiddetta "Scuola di Yale", Bloom resta una figura solitaria, che non ha creato scuole nè discepoli, maestro di un metodo che solo lui può applicare perchè, come egli stesso afferma, "non c'è altro metodo che se stessi". Ma se il metodo non si può insegnare, si può insegnare l'amore per la letteratura, per i poeti forti che mentono contro il tempo nella speranza impossibile di essere originali. I vasi infranti costituisce un esempio di questo amore per la letteratura e di un metodo talmente personale da essere irripetibile: attraverso la lettura di West, Freud, J (l'autore di parte del Genesi), Emerson, Coleridge, Milton, Shelley e Stevens, Harold Bloom analizza il rapporto fra linguaggio poetico e linguaggio critico, studia i tre paradigmi che caratterizzano l'originalità poetica, o meglio la lotta per l'originalità poetica, e fonda le premesse per una scuola critica letteraria americana che possa opporsi con successo alle scuole importate come la decostruzione. I vasi infranti sono, nella Kabbalà, il momento della catastrofe che precede la creazione e l'autore, ebreo gnostico per la sua definizione, sceglie quell' immagine come figura di una fase del processo creativo. Dalla rottura dei vasi si sprigiona una energia da cui ogni poeta e critico tardivo viene accecato. Ad essi non resta dunque che ricostruire a modo proprio il vaso, completare "quell'opera che non ci è stato richiesto di completare ma che non siamo neppure liberi di abbandonare".

Nessun indice presente.

Nessuna recensione presente.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Nessun extra.