Carrello vuoto

Le aporie dell'oggettivismo

C A T A L O G O / Strumenti / Le aporie dell'oggettivismo
Le aporie dell'oggettivismo
Autore
Vincenzo Cocozza
Uscita
1993
Numero Pagine
72
ISBN
978-88-7000-216-4
Formato cm
11 x 19
Prezzo di vendita5,00 €

E' possibile conoscere con maggiore perspicacia quando si è in preda ad una forte emozione? Si direbbe che questo non solo è possibile, ma accade realmente, a condizione che la capacità - o la volontà - di discernimento non sia sopraffatta dall'emozione, ma sia in grado piuttosto di porsela di fronte come un ostacolo, un reale pericolo da dominare. In altri termini, che rapporto c'è tra uno stato di eccitazione (emotività, rischio) e i fattori di conoscenza che da essa dipendono? Per esempio, questa relazione sussiste nella tecnologia intesa come mezzo di sopravvivenza sociale; in tal caso accade realmente che la conoscenza si accresca mediante il rischio, l'emotività. L'intelligenza utilizza, per finalita' razionali, questi stati di ansia che altrimenti cadrebbero al di là della soglia sperimentale. E questo confronto rischioso tra ragione e utilità pratica della trascendenza emotiva caratterizza per molti versi la cultura industriale. La stessa psiche è questa trascendenza emotiva, la cui natura è differente dalla riflessione razionale; quest'ultima anticipa sempre il suo termine, mentre gli stati di certezza psicologica - intima, privata certezza - sembrano aprirsi continuamenteall'incognita vitale, incorporarla. Incognita che riaffiora sempre nell'attesa di ciò che sta per accadere, senza che si delimiti nè un inizio nè un termine preordinato dalla forma dell'astrazione...

Nessun indice presente.

Nessuna recensione presente.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Nessun extra.